Tendenze low-code – andare oltre lo sviluppo di app

Le capacità low code, no code, non sono una sorpresa per la comunità tecnologica, nascendo sotto la confluenza di varie tendenze digitali nel corso degli anni.

È evidente che la pandemia Covid-19 ha stimolato l’adozione di piattaforme di sviluppo di applicazioni a basso codice che potrebbero guadagnare più slancio nei prossimi anni, a partire dal 2022.

Sembra infatti promettente per le aziende che cercano di accelerare i loro progetti attraverso piattaforme di sviluppo software agili.

Secondo una stima degli analisti di Forrester, il 75% del software aziendale nel 2021 è stato sviluppato utilizzando basso codice.

Il low code, dunque, si pone sempre più come un’arma di disturbo per le grandi organizzazioni e le start-up per concepire un prodotto di qualità e competitivo e prosperare con un vantaggio. Ma come farà a sconvolgere il modo in cui opera un business digitale al di là dello sviluppo di applicazioni?

 

Andare oltre l’ovvio

Il personale IT può costruire rapidamente nuovi processi e sviluppare app usando piattaforme di sviluppo low-code invece di ricercare, scrivere e testare nuovi script. Inoltre, poiché il codice è astratto, non hanno bisogno di una comprensione specializzata di ogni strumento o tecnologia utilizzata in un insieme di operazioni.

Qualsiasi membro del team IT, dunque, può progettare processi aziendali affidabili e multipiattaforma e accelerare la consegna delle applicazioni con la corretta tecnologia low-code.

Una crescente preferenza per l’edge computing che porta i dati distribuiti più vicini alla fonte può essere vista rispetto ai data center centralizzati e al cloud computing. L’attrazione chiave è l’elaborazione più veloce, il processo decisionale in tempo reale, e le prodezze della realtà aumentata e la visualizzazione delle informazioni. Lo sviluppo di applicazioni low-code ha il potere di aiutare l’integrazione dei silos organizzativi, permettendo alla vostra azienda di accelerare l’innovazione attraverso una cooperazione efficace del team.

Low-code, per esempio, fornisce un beneficio immediato permettendo agli sviluppatori IT di costruire applicazioni più velocemente. Tuttavia, permette loro anche di collaborare con gli ingegneri per creare soluzioni che incorporano dati da tutta l’azienda.

 

Nuove tendenze del 2022

  • Accelerazione del business digitale – La necessità di trasformarsi digitalmente il più rapidamente possibile mette sotto pressione il settore per aumentare la velocità di consegna e il time to value delle applicazioni a un ritmo da rottura di scatole. Uno studio di Gartner prevede che la metà di tutti i nuovi clienti low-code diventeranno acquirenti aziendali, non necessariamente del settore IT, entro la fine del 2025.
  • SaaS e iper automazione – Mentre il SaaS guadagna popolarità, la maggior parte dei fornitori di servizi offre capacità low-code e strumenti di automazione. Coloro che creano le loro idee attraverso applicazioni e flussi di lavoro aziendali si stanno rivolgendo al low-code per guidare l’iper-automazione, uno dei fattori critici per una maggiore adozione entro il 2022.
  • Servizi cloud ubiqui – Le piattaforme low-code probabilmente estenderanno le tecnologie cloud e forniranno più livelli di astrazione e usabilità attraverso componenti pre-costruiti con la logica di business associata. I componenti di Salesforce sono un grande esempio degli stessi che integrano le pipeline di rilascio nello sviluppo del cloud e semplificano l’API sottostante.
  • UI/UX consumerizzata – Le applicazioni low-code possono essere eseguite più velocemente, avere un aspetto migliore e funzionare meglio con modelli, widget, layout e stili già pronti. Non solo, ma possono anche fornire esperienze utente altamente differenziate che derivano dalla necessità di personalizzazione e dinamiche basate su standard utente esistenti.
  • DaaS, visualizzazione ed economia delle API – Essendo le API centrali per lo sviluppo delle applicazioni, le piattaforme low-code saranno centrali per le complessità dei payload delle API, la sicurezza delle API e la sicurezza delle API. Il Data-as-a-Service continuerà a regnare come la nuova moneta, dando alle aziende la possibilità di recuperare, estrarre, visualizzare, mescolare e analizzare le intuizioni in tempo reale. Le aziende possono facilmente assimilare i dati a basso codice per creare modelli di dati logici con visualizzazioni migliorate e template.
  • Operazioni di business ovunque – Con una crescente preferenza per il lavoro da casa e la piega nella visione del lavoro, il modello di operazioni ovunque sta venendo fuori come il modello appropriato per il futuro. Portando il business al di là delle sedi fisiche, con app di consegna su richiesta, soluzioni cloud e alternative digitali per ogni necessità di sostentamento del business, le piattaforme low-code possono prosperare in questo ambiente IT.
  • Strategie di cybersecurity – Man mano che diventiamo più connessi digitalmente, diventa imperativo che le soluzioni per questo siano protette per ridurre la perdita di affari e i disagi dei clienti. I firewall non sono più sufficienti per farlo, che le piattaforme low-code con tecniche più intelligenti di DevOps possono ridurre le vulnerabilità e aiutare le start-up in erba ad avere una rampa sulla scala.

 

Lo stack tecnologico low-code no code è destinato a crescere orizzontalmente, integrando l’esperienza degli sviluppatori e dei clienti con semplicità, intuizioni guidate dai dati e soluzioni AI più semplici. Facendo un ponte nella raccolta intuitiva dei dati e fornendo una sicurezza informatica globale all’azienda, i principi di basso codice di astrazioni, automazione e connettività senza soluzione di continuità tra numerose tecnologie riuniranno specialisti e utenti poco qualificati per arrivare a una soluzione di alta qualità e immediata. Con questo, il codice è tutto pronto per ridisegnare il paesaggio IT del mondo.

 

Parlaci del tuo progetto